Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bucarest

Messaggio

 

Messaggio

 

Benvenuti nel sito istituzionale dell’Ambasciata d’Italia in Romania

Nel sito troverete, divise per sezioni, le principali informazioni sui rapporti bilaterali tra Italia e Romania e sui servizi consolari prestati a Bucarest.

Ci sforziamo di aggiornare le informazioni e di mantenere un linguaggio chiaro e privo di termini tecnici e burocratici, e i vostri suggerimenti per migliorare sono sempre benvenuti.

I rapporti diplomatici tra Romania e Italia risalgono all’indomani dell’indipendenza del Paese, con il reciproco riconoscimento e lo stabilimento delle relazioni nel 1879.

È appena il caso di dire che i rapporti tra le popolazioni hanno radici ben più profonde: l’appartenenza del popolo e della lingua romene al ceppo latino ne è testimonianza più chiara. Questa comune appartenenza è senza dubbio all’origine del rapporto particolarmente armonioso sviluppatosi nel corso della storia tra i due Paesi e oggi più stretto che mai, grazie anche alla comune appartenenza all’Unione Europea. Come diciamo in Italia, “le radici profonde non gelano”.

I numeri dell’interscambio commerciale ne sono prova, come il numero dei cittadini romeni che hanno trovato in Italia una seconda Patria, apportando ad entrambe un contributo per la crescita, grazie alle numerose imprese romene operanti in Italia e alle rimesse da questi assicurate per il proprio Paese.

Le imprese italiane, inoltre, sono presenti in Romania in gran numero, operando in campi diversissimi come le opere infrastrutturali e le tecnologie di punta, ma anche l’agricoltura e l’allevamento, con una presenza virtualmente su tutto il territorio.

Nel campo culturale, infine, il flusso è costante, con significativi scambi tra Roma e Bucarest, come anche tra le maggiori città romene e italiane.

Nostro compito come Ambasciata è contribuire alla crescita ulteriore di questi scambi economici, politici e culturali, per un’ancora migliore comprensione tra due popoli che hanno in comune molto più di quanto a volte non ci si renda conto.

Mulțumesc


38