Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bucarest

150MessAmb

 

150MessAmb

 

MESSAGGIO DI S.E. L’AMBASCIATORE MARIO COSPITO DI PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA CELEBRATIVO DEI 150 ANNI DI UNITA’ D’ITALIA.

Quest’anno l’Italia festeggia il 150mo anniversario della sua Unità nazionale. Il 17 marzo del 1861 l’Italia, come entità nazionale, “veniva alla luce” a Torino. Dopo secoli in cui l’essenza dell’Italia era stata decantata da poeti, musicisti e persino pittori, spettava al Risorgimento dare l’ultima spallata ai dominatori stranieri. Garibaldi, Cavour, Mazzini e Vittorio Emanuele II furono le figure più emblematiche di quegli anni di patriottismo. Da allora, l’Italia ha dovuto attraversare conflitti sanguinosi che hanno consentito il compimento dell’Unità nazionale ma che hanno visto anche dolorose divisioni. E l’Italia è stata protagonista anche nel porre le basi della futura Casa Europea e non è quindi a caso che fu proprio Roma la sede della firma dei primi Trattati che istituivano, nel 1957, il Mercato Comune Europeo. Un periodo storico che l’ha vista anche assurgere a potenza economica mondiale, con uno sviluppo industriale che ha portato ricchezza agli italiani e, negli ultimi anni, anche a molti Paesi vicini, come l’amica e cara Romania. Sarà un anno particolare, in cui l’Italia nelle sue variegate forme espressive echeggerà in ogni angolo della Romania. Ci auguriamo che gli eventi proposti dall’Ambasciata e dalle altre componenti istituzionali incontrino il pieno gradimento degli amici romeni e che tale traguardo raggiunto dall’Italia possa essere un nuovo trampolino di lancio per un rapporto sempre più solido e fecondo con la Romania e con la sua gente.

Mario Cospito
Ambasciatore d'Italia a Bucarest



125