Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bucarest

Dicono_di_noi2011

 

Dicono_di_noi2011

 

Colpo Astaldi in Romania, l'Ambasciata esulta
(AGI) - Bucarest, 18 nov. - Un "nuovo, importante successo" con il quale la presenza delle imprese italiane in Romania si rafforza "al di la' delle piu' rosee aspettative". E' grande la soddisfazione all'ambasciata italiana a Bucarest all'indomani dell'ultimo importante colpo del Gruppo Astaldi, che si e' aggiudicato una commessa da 254 milioni di euro per l'ammodernamento della linea ferroviaria Frontiera-Curtici-Simeria, in Romania. Il progetto, il cui avvio e' previsto all'inizio del 2012, prevede l'ammodernamento di 41 chilometri di rotaie, con un raddoppio di linea di cinque chilometri, e la ristrutturazione di quattro stazioni. Al termine dei lavori, l'opera garantira' una velocita' di 160 chilometri orari per i treni passeggeri e a 120 chilometri all'ora per i treni merci. "Non si ferma la corsa delle aziende italiane nel settore delle grandi opere infrastrutturali in Romania", dichiarano dalla sede diplomatica italiana, dove si osserva che, con questo nuovo contratto, il volume delle commesse assegnate ad aziende italiane nel Paese raggiunge il miliardo di euro. Nel corso del 2011, l'ambasciata italiana e' stata protagonista di un'intensa attivita' di supporto delle imprese italiane di costruzioni, favorendo anche un incontro tra il ministro dei Trasporti locale, Anca Boagiu, e un centinaio di aziende tricolore. (AGI)


10-11/11/2011: Missione della Regione Abruzzo in Romania
Servizio andato in onda il 16/11/2011 nella trasmissione "Investiți în România" di TVRi
http://www.youtube.com/watch?v=o8REzNW4sTw

Piu' di 31.000 di aziende con capitale italiano svolgono attivita' in Romania, principalmente nei seguenti settori: energia, trasporti, bancario. Nel 2010 gli interscambi commerciali hanno superato la cifra di 10 miliardi di euro. Partendo da questa realta', specie in relazione all'esistenza delle migliori relazioni bilaterali, nei giorni scorsi la Romania e' stata visitata da una delegazione della Regione Abruzzo.
Le aziende d'Abruzzo vorrebbero attuare una collaborazione di tipo parteneariato pubblico/privato, specialmente nel campo delle infrastrutture e dell'agricoltura.


28/10/2011: Visita dell'Ambasciatore Cospito a Iasi

Visita Ambasciatore a Iasi Ottobre 2011 LA NAZIONE del 14/11/2011



Ziarul Financiar del 11 Novembre 2011 ZIARUL FINANCIAR dell' 11/11/2011


Sapori abruzzesi al galà dell'Ambasciata italiana a Bucarest con lo chef Mastromattei

cena di gala

12 novembre 2011 -
Sapori abruzzesi per la Romania, quelli assaporata in occasione della cena di gala tenutasi ieri per beneficenza nella sede dell'Ambasciata Italiana a Bucarest, dove è in corso una missione economica della Regione. Autorità locali, giornalisti e politici gli invitati alla conviviale offerta dalla delegazione regionale guidata dal vice presidente della Giunta Alfredo Castiglione e realizzata dallo chef pescarese Luca Mastromattei con il suo staff coordinato dalla responsabile banqueting Piera Lanotte. Un menù che ha tradotto gli invitati in patria per lo spazio di una cena, con piatti italiani di alto profilo, arricchiti da sapori anche tipicamente abruzzesi, grazie alle degustazioni di vini, olii e liquori Abruzzesi che l'hanno accompagnato. Ecco il menu. Antipasti freddi: Selezione di salumi e formaggi DOP Abruzzesi, Praline di uva bianca con pecorino e pistacchi tostati, Carpaccio di spada con salsa verde e mostarda "Dijon",  Barchette di indivia belga con mousse di gorgonzola e nocciole, Spiedini "caprese". Antipasti caldi: Gateau al forno di ricotta mortadella e spinaci, Calamaretti nel coccio con ceci e rosmarino, Tempura di verdure di stagione con salsa al balsamico, Julienne di pollo con "Mayonnaise al curry". Primi piatti. Cavatelli rosè con astice e cuore di carciofo, Risotto "classico" allo zafferano di Navelli, Gnocchetti con calamari,funghi e datterini alla griglia. Dolci. Un ricordo della crostata di uve di Montepulciano e cannella, Bicchierini di crema zabaione al caffe crudo e cantucci rotti, Praline di cocco e martini bianco, Mandorle tostate glassate con cioccolato 70% amaro, Bicchierino di Tiramisu alle fragole con noci tritate.
E questi i complimenti dello chef: «Sono fiero ed orgoglioso di dover rappresentare la cucina abruzzese all'estero e finché sarà possibile lo farò con tutta la mia passione - racconta Luca Mastromattei - Ringrazio di cuore tutti gli sponsor tecnici che come sempre mi seguono con i loro prodotti, sperando che il nostro Abruzzo venga esaltato e riconosciuto anche per i nostri sapori e produttori. In Ambasciata ieri sera già ricevevo proposte da vari enti e ristoratori locali di organizzare corsi di cucina qui a Bucarest, che dopotutto non sarebbe niente male. c'è molto da fare qui!!!».
Fonte: http://www.quotidianodabruzzo.it/mobile/cultura/13515/sapori-abruzzesi-al-gala-dellambasciata-italiana-a-bucarest-con-lo-chef-mastromattei.html


06/11/2011 RADIO UNO: EST-OVEST
Gli italiani in Romania. Terra di importanti investimenti per l'Italia. Intervista all'Ambasciatore Mario Cospito

Clicca qui
per vedere il video (Apertura diretta del player).
In caso di problemi, è possibile utilizzare il link di seguito riportato:
http://195.110.133.122/media/20111106/20111106-RADIO_UNO-EST-OVEST_0605-121211686a.asf.html


UNA "ROSSA" IN AMBASCIATA, LA FERRARI FA TAPPA A BUCAREST
(AGI) - Bucarest, 21 set. - Tappa diplomatica a Bucarest per il nuovo modello Ferrari FF che la casa di Maranello sta promuovendo da alcuni mesi nel mondo. L'ultima rossa sportiva Gran Turismo, disegnata da Pininfarina, e' stata ospite d'onore dell'ambasciata italiana in Romania nel corso di un ricevimento al quale hanno preso parte, tra gli altri, il presidente del Senato Mircea Geoana, l'ex-premier rumeno Calin Tariceanu e Ion Tiriac, ex gloria locale del tennis e manager sportivo. La vettura era guidata da un pilota d'eccezione, Giancarlo Fisichella, terza guida della Ferrari in Formula 1. Per la FF, presentata per la prima volta al pubblico al salone dell'auto di Ginevra 2011, si tratta della quarta tappa in una sede diplomatica italiana dopo le visite a Berlino, Tokyo e Abu Dhabi. "La Ferrari - sottolinea l'ambasciatore Mario Cospito - e' probabilmente il marchio italiano piu' conosciuto in Romania e l'attesa, per il lancio di questo nuovo modello, era molto forte". La Gran Turismo sara' venduta sul mercato rumeno a un prezzo compreso tra 250 e 280mila euro e, a quanto si apprende, le prenotazioni sono gia' 6. (AGI) .


ITALIA-ROMANIA: VISITA DI NAPOLITANO DAL 15 AL 16 SETTEMBRE
(ANSA) - ROMA, 13 SET - Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano effettuera', una visita di Stato in Romania dal 15 al 16 settembre prossimi, su invito del Presidente Traian Basescu. Il colloquio tra i due Capi di Stato consentira' di affrontare i temi principali dell'agenda bilaterale, europea e internazionale. Nel corso della visita il Presidente Napolitano, che sara' accompagnato dal Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini, incontrera' anche il Presidente del Senato Mircea Geoana, il Presidente della Camera Roberta Anastase e il Primo Ministro Emil Boc. Lo rende noto un comunicato del Quirinale. (ANSA).

ITALIA-ROMANIA: NAPOLITANO, CI SIAMO RITROVATI IN EUROPA
MESSAGGIO A PRES. BASESCU A VIGILIA VIAGGIO A BUCAREST
(ANSA) - ROMA, 13 SET - Tra Italia e Romania c'e' ''un fitto intreccio di passato, presente e futuro'', ha scritto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, alla vigilia della visita di Stato in Romania in programma giovedi' 15 e venerdi' 16 settembre in un messaggio pubblicato dal periodico rumeno in lingua italiana ''Sette Giorni'' con il titolo ''Un impegno comune per un'Europa piu' forte e piu' integrata''. Il testo e' stato reso noto sul sito del Quirinale. ''L'integrazione europea - ha scritto il Capo dello Stato - ha visto l'Italia fare da battistrada con gli altri Paesi fondatori di quella che oggi e' diventata l'Unione Europea di 27 Stati membri, e vede oggi la Romania apportarvi la freschezza di nuove energie e di forte dinamismo. Per affrontare le sfide del XXI secolo l'Europa ha bisogno della continuita' dei paesi fondatori e della creativita' dei nuovi membri. Da sempre ancorata alla civilta' europea, la Romania ha ritrovato il suo posto nella nostra grande famiglia continentale. Adesso condividiamo l'impegno per proseguire insieme il cammino''. ''I legami fra Romania e Italia sono un fitto intreccio di passato, presente e futuro. Il passato della civilta' romana spintasi alle foci del Danubio; il presente delle schiere di lavoratori, imprenditori, studenti e famiglie che si muovono attraverso le nostre frontiere, alimentano le nostre economie, arricchiscono le vita culturale e artistica delle nostre citta'; il futuro di due paesi fortemente impegnati nella costruzione dell'Europa e nello sviluppo della comunita' atlantica''. ''Ho accolto con grande piacere - scrive Napolitano - l'invito ad una visita di Stato del Presidente Basescu. La sua calorosa partecipazione alle celebrazioni del 2 giugno scorso a Roma in occasione del 150esimo anniversario dell'Unita' d'Italia aveva testimoniato la vicinanza di sentimenti fra le nostre due nazioni. Come pure l'hanno testimoniata i numerosi romeni che hanno entusiasticamente aderito agli eventi celebrativi organizzati dalla nostra Ambasciata a Bucarest''.
''La presenza di un'operosa comunita' di lavoratori romeni in Italia e lo straordinario attivismo della nostra imprenditoria in Romania - ha sottolineato Napolitano - sono due facce della stessa medaglia. Centinaia di migliaia di italiani e di romeni dividono fra i due paesi la dimensione lavorativa e quella degli affetti familiari: di casa a Torino come a Bucarest, a Roma come a Timisoara''. ''La tradizione delle radici latine, vigorosamente sopravissuta nelle nostre due lingue, si e' rinnovata - ha rilevato il Presidente Napolitano - nei rispettivi processi di unificazione nazionali realizzatisi nel 1859 e nel 1861. La comune appartenenza europea ed atlantica vi infonde nuova linfa vitale di valori ed interessi comuni. I governi italiani hanno costantemente sostenuto il percorso europeo della Romania, appoggiandone le aspirazioni di adesione alla NATO e all'UE, anche quando il traguardo euro-atlantico appariva arduo e remoto. L'Italia si rallegra del successo di Bucarest nel conseguire, nell'arco di pochi anni, entrambi i traguardi. Incoraggiamo adesso Bucarest verso gli ulteriori obiettivi strategici di adesione allo Spazio Schengen, di adozione dell'euro e di definizione del Meccanismo di Cooperazione e Verifica nel settore della giustizia e degli affari interni. Siamo convinti che tali obiettivi siano alla portata della Romania; certo richiedono un impegno forte e costante che, sono sicuro, non manchera' da parte delle istituzioni e della societa' civile romene''. ''Anche in questo momento di difficile crisi economica - ha concluso il Capo dello Stato - i romeni hanno cara l'appartenenza all'Unione Europea. Proprio il mese scorso e' stato ripreso a Bucarest al piu' alto livello un dibattito sulla necessita' di rilanciare il processo federativo europeo per far fronte in maniera efficace alle sfide della globalizzazione. L'appartenenza all'Unione e' caratterizzata dalla volonta' d'integrarsi in istituzioni comuni e dalla visione di una sovranita' condivisa indirizzata al conseguimento di traguardi che nessun singolo Stato nazionale potrebbe da solo realizzare. Un'Unione piu' integrata rafforza ulteriormente il vincolo di profonda solidarieta' e fratellanza che gia' unisce da tempo i nostri popoli. La cooperazione italo-romena in ambito europeo e atlantico puo' contribuire attivamente, oltre che alla reciproca prosperita' e sicurezza, al governo della complessa, contraddittoria e avvincente realta' internazionale contemporanea''. (ANSA).

Articolo Adevarul 12 settembre 2011 Adevarul del 12/09/2011


Sette Giorni Visita Napolitano Sette Giorni del 12/09/2011

PIRELLI: INAUGURA AMPLIAMENTO FABBRICA PNEUMATICI IN ROMANIA
PRESENTI PRIMO MINISTRO BOC E TRONCHETTI PROVERA
(ANSA) - MILANO, 30 AGO - Pirelli inaugura l'ampliamento della fabbrica di pneumatici rumena di Slatina alla presenza del primo ministro, Emil Boc e del presidente Marco Tronchetti Provera. Lo si legge in una nota del gruppo della Bicocca. Grazie agli investimenti sostenuti finora lo stabilimento vedra' la propria produzione annuale passare dai 7 milioni di pezzi previsti a fine 2011 a 10 milioni di pezzi annui alla fine del progetto (2013). In particolare, dal suo insediamento in Romania nel 2005 al 2010, Pirelli ha gia' investito 300 milioni di euro, che raggiungeranno oltre 450 milioni al 2014, nel grande polo industriale composto a Slatina da una fabbrica di pneumatici per vettura e da uno stabilimento per la produzione di 'steelcord' e a Bumbesti Jiu-Gorj da uno stabilimento di filtri antiparticolato per motori diesel. E proprio per l'ampliamento di Slatina sono stati destinati 160 milioni di euro con l'obiettivo di incrementarne la capacita' produttiva e migliorare la competitivita' complessiva dell'assetto industriale europeo di Pirelli. Il progetto di ampliamento ha avuto il supporto del governo romeno attraverso il finanziamento a fondo perduto di circa 28 milioni di euro nell'ambito della proficua collaborazione esistente tra Pirelli e il Governo romeno.(ANSA).


ROMANIA, L’AMBASCIATA ITALIANA “CI METTE LA FACCIA”
Roma - L’ambasciata d’Italia a Bucarest “mette la faccia” nei rapporti con gli utenti. In particolare è la cancelleria consolare della sede diplomatica che ha attivato un sistema per la rilevazione della soddisfazione dell'utenza nell’ambito del progetto “Mettiamoci la faccia”, promosso dal ministero della Pubblica amministrazione e innovazione in partnership con enti nazionali e amministrazioni locali. Il suo obiettivo è rilevare attraverso l’utilizzo di “emoticons” (faccine), la soddisfazione dei cittadini per i servizi pubblici erogati agli sportelli o attraverso altri canali (web e telefono). A questo proposito, la cancelleria consolare dell’ambasciata ha installato un terminale equipaggiato con display touch screen, sul quale gli utenti potranno esprimere la loro opinione sui servizi erogati. In questa prima fase, cominciata ad agosto, sono stati coinvolti tutti i servizi consolari a eccezione del servizio Visti che verrà aggiunto più in avanti. Il progetto “Mettiamoci la faccia” ha raccolto in tutta Italia finora 8,3 milioni di feedback, di cui 2,8 milioni dall'inizio del 2011. E dai dati emerge che nel complesso l’81 per cento dei cittadini-clienti della Pubblica amministrazione si dichiara soddisfatto del servizio ricevuto (Velino/AGV).

LA CANCELLERIA CONSOLARE CI METTE "LA FACCIA”

Articolo de La voce d'Italia del 01//08/2011
Anteprima Artticolo La Voce 1 agosto 2011


SCHENGEN, PIENO SOSTEGNO DELL'ITALIA A ROMANIA E BULGARIA
(VELINO) Roma, 9 giu. - Per il via libera definitivo all'entrata di Romania e Bulgaria nello spazio Schengen "si definisca una data certa". All'indomani della pronuncia favorevole del Parlamento europeo sull'ingresso dei due Paesi e nel giorno in cui si riunisce a Bruxelles il Consiglio Giustizia e Affari interni dell'Ue, alla Farnesina si esprime l'auspicio che a livello politico si giunga "ad una decisione unanime" dei Paesi membri dell'area Schengen, e che tale decisione sia presa gia' a settembre. Siamo a favore della piena integrazione di questi due Paesi sulla base degli impegni assunti nel 2005 con l'Atto di adesione di Bulgaria e Romania all'Unione Europea - spiegano ancora dal ministero -. Gli impegni sono stati rispettati, ora coerenza vuole che si proceda in questa direzione. Entrambi i Paesi, secondo il giudizio espresso da esperti degli stati membri dell'Ue e sherpa, soddisfano i necessari requisiti tecnici di sicurezza nei seguenti settori: protezione dei dati, sistema informativo Schengen, cooperazione di polizia, rilascio dei visti, monitoraggio delle frontiere aeree, marittime e terrestri.
Della questione discuteranno oggi i ministri degli Interni dei Ventisette, il governo italiano sara' rappresentato dal sottosegretario Sonia Viale. - dai quali ci si aspetta "una decisione chiara e in linea con gli impegni presi". Se e' unanime il giudizio sul rispetto dei requisiti tecnici, meno compatto e' invece il fronte dei Paesi a favore dell'ingresso di Romania e Bulgaria. Francia, Germania, Olanda, in particolare Finlandia e Repubblica ceca non nascondono le loro riserve, evidenziando criticita' in materia di contrasto alla criminalita' e di lotta alla corruzione. "La nostra posizione e' di apertura - ribadiscono alla Farnesina - dobbiamo essere coerenti con gli impegni assunti nel 2005. Allora si e' stabilito un percorso condiviso per l'ingresso dei due Paesi nell'area Schengen, introdurre ora, a partita finita, ulteriori criteri equivale ad esprimere una pregiudiziale politica e come tale non e' accettabile. I requisiti tecnici sono stati rispettati, e' positiva la pronuncia del Parlamento europeo, ora auspichiamo che anche dal Consiglio dell'UE a livello politico arrivi un segnale chiaro a favore dell'adesione".


Tre giorni a Bucarest per approfondire le opportunita' di business offerte dalla Romania.
(AGI) - Bucarest, 8 giu. - E' una vera e propria full immersion nel settore edile locale quella che Ice, Ance, ministero dello Sviluppo economico e ambasciata italiana in Romania stanno organizzando in questi giorni. Dall'11 al 13 luglio una delegazione di imprese italiane del settore costruzioni sara' nella capitale rumena per avviare, definire o consolidare contatti diretti con istituzioni ed imprese rumene per sviluppare collaborazioni, in particolare nei settori dei trasporti, energia, ambiente e immobiliare. Il programma della missione prevede, per la sera dell'11 luglio, un incontro con gli operatori istituzionali locali e aziende italiane, mentre nei due giorni successivi sono in programma un forum economico e incontri bilaterali con operatori locali. La visita in Romania - fanno osservare fonti Ice - cade in un momento molto favorevole per chi e' interessato ad investire in Romania. Ancora per i prossimi 2 anni, il Paese puo' beneficiare del residuo dei fondi concessi dall'Unione Europea che nel 2007 stanzio' 31 miliardi di euro, di cui 17,3 miliardi destinati allo sviluppo regionale e delle infrastrutture. (AGI)


03/06/2011: Iniziativa Il Gusto d'Italia presso la catena di distribuzione METRO.

Magazinul Progresiv (magazine-online)
http://magazinulprogresiv.ro/stire/2185/METRO_Cash_Carry_Romania_sarbatoreste_Il_Gusto_d_Italia.html
Revista Piata (magazine-online)
http://www.revista-piata.ro/___Il_Gusto_D___Italia________in_magazinele_Metro_Cash___Carry-id6583.html
Modern Buyer (magazine-online)
http://modernbuyer.ro/stiri-noi/17-ultima-ora/2449-actiuni-dedicate-bucatariei-italiene-in-reteaua-metro-cash-a-carry
www.retail-fmcg.ro (sito specializzato)
http://www.retail-fmcg.ro/evenimente/metro-cash-carry-romania-sarbatoreste-”il-gusto-d’italia”.html
Bursa (business newspaper – online)
http://www.bursa.ro/?s=comunicate_de_presa&articol=129675
Comerciantul.ro (specialized website)
http://www.comerciantul.ro/Articol/METRO_Cash___Carry_Romania_sarbatoreste_”Il_Gusto_D’Italia”/900
Food & Bar (magazine – online)
http://www.foodandbar.ro/stiri-fierbinti/3072-zile-cu-gust-italian-la-metro-cash-a-carry-romania
Good Food (magazine – online)
http://www.goodfood.ro/articol/il-gusto-d-italia.html
HRB Expert (magazine – online)
http://www.hrbexpert.ro/stire/812/METRO_Cash_Carry_Romania_sarbatoreste_Il_Gusto_d_Italia.html
Horeca Romania (magazine – online)
http://www.horeca.ro/restaurante/food-beverage/1631-il-gusto-ditalia-la-metro-cash-a-carry.html
Piazza Romana (online)
http://romulussiremus.wordpress.com/2011/06/03/promotie-la-produsele-italiene-in-reteaua-metro-cash-carry/
e-stiri.ro (online)
http://www.estiri.ro/stire/Actualitate/6/32690/metro-cash-siamp;-carry-romania-sarbatoresc-il-gusto-d’italia/0/
Ziua de Vest (newspaper – online)
http://www.ziuadevest.ro/economic/20445-metro-cash-a-carry-romania-srbtorete-il-gusto-ditalia.html
Sito ufficiale Festival Italiano
http://www.festivalitalian.ro/2011/eveniment/139/Data/Promovarea-produselor-alimentare-italiene-la-METRO-Cash---Carry-Romania.html


02/06/2011: Festeggiamenti della festa della Repubblica italiana presso la comunita' di Alba Iulia
Articolo del quotidiano locale Tribuna di Sibiu del 10 giugno 2011 (pdf)
http://www.informatiadealba.ro/2011/06/03/spectacol-muzical-pentru-cei-150-de-ani-de-la-unificarea-italiei/

http://www.informatiadealba.ro/2011/06/07/la-alba-iulia-relatiile-romano-italiene-capata-noi-dimensiuni/
http://www.ziarulunirea.ro/2011/06/sarbatorirea-zilei-italiei-a-fost-un-succes/


Romania: Massimo Moratti a Bucarest per la festa della Repubblica italiana
Bucarest, 1 giu 13:03 - (Agenzia Nova) - Massimo Moratti, amministratore delegato del gruppo petrolifero italiano Saras Spa, e presidente del noto club di calcio Inter di Milano sarà presente oggi e domani a Bucarest. Durante il primo giorno della sua visita Moratti sarà ricevuto presso Palazzo Cotroceni (sede della presidenza romena) per un colloquio privato con il presidente Traian Basescu. Domani, secondo un comunicato della rappresentanza diplomatica italiana in Romania, in occasione della Festa della Repubblica italiana Moratti sarà l’invitato di onore alla cerimonia organizzata dall’ambasciata italiana a Bucarest in occasione dell’anniversario dei 150 anni dell’unità del paese.

Gino Paoli, un concerto indimenticabile a Bucarest
pubblicato nell'edizione 472 di Sette Giorni il 29 Maggio 2011
BUCAREST - Si è svolto la scorsa settimana a Bucarest il concerto “Un incontro di jazz”, con i musicisti Danilo Rea, Flavio Boltro, Rosario Bonaccorso, Roberto Gatto e con la voce notissima di Gino Paoli. Il folto pubblico al teatro Arcub, ha apprezzato gli arrangiamenti musicali in chiave jazz di famose canzoni di Gino Paoli (“Senza Fine”, “Sapore di Mare”, “Il Cielo in una stanza”, etc.) e di pezzi inediti come “Smile” di Charlie Chaplin (nella versione di Nat King Cole) e ‘Eu sei que vou te amar’ di Jobim e Vinicius de Moraes.
Pieno di raffinatezza ed elegante nell’esecuzione ed arrangiamenti, “Un incontro di jazz” fa un misto tra la classe individuale incontestabile dei musicisti e l’indomabile desiderio del gruppo di sperimentare, mantenendo le forme ed i contenuti delle musiche di Gino Paoli. “Cantiamo sempre improvvisando, mai una canzone assomiglia ad un’altra”, ha dichiarato Gino Paoli nella conferenza stampa svoltasi in occasione della presentazione del suo omonimo album, lanciato proprio quest’anno.
Il lunghissimo e caloroso applauso finale ha confermato il pieno successo del concerto, organizzato dall’Ambasciata e dall’Istituto di Cultura nel quadro del Festival Italiano 2011. Soddisfatto anche lo sponsor della serata, RINA Romania che fa parte del Gruppo RINA di Genova.
Il Direttore di Rina Romania Alessandro Romei, in qualità di sponsor dell’evento, ha dichiarato al termine del concerto: “Siamo davvero felici di aver legato il nome del Rina a questo spettacolare evento, proprio nell’anno del 150imo anniversario del nostro Gruppo e dell’Unità d’Italia. Il grande successo di pubblico e di critica ha infatti evidentemente rafforzato il brand Rina sul mercato locale, dimostrando ancora una volta il nostro impegno orientato al consolidamento dell’attuale leadership, continuando peraltro quello che fino ad oggi è stato un percorso di crescita che ha consentito a Rina Romania, dall’anno della sua fondazione avvenuta nel 2006 fino ad oggi, di aumentare progressivamente il portafoglio dei clienti puntando tutto sull’alta qualità dei servizi tecnici erogati. Qualità, competenza ed orientamento al cliente sono infatti i valori che hanno contraddistinto il Rina nel corso dei trascorsi 150 anni, decretandone l’attuale successo sul mercato internazionale. Penso che l’organizzazione di questa splendida performance artistica ne sia stata ancora una volta la dimostrazione”.
Gino Paoli, nato a Monfalcone, il 23 settembre 1934, è riconosciuto come uno dei più grandi rappresentanti della musica leggera italiana degli anni sessanta e settanta.
Ha scritto ed interpretato brani di vastissima popolarità, quali: Il cielo in una stanza, La gatta, Che cosa c’è, Senza fine, Sapore di sale, Una lunga storia d’amore, Quattro amici; ha partecipato a 5 edizioni del Festival di Sanremo; ha collaborato con numerosi colleghi alla realizzazione di album e di singoli di successo; ha composto musiche per colonne sonore di film. Nel 1961 Gino conosce Ornella Vanoni e intreccia con lei una relazione sentimentale, che ispira alcune delle sue canzoni d’amore più famose: Senza fine, Anche se, Me in tutto il mondo . Del 1961 è anche la sua prima partecipazione al Festival di Sanremo con Un uomo vivo, presentata in coppia con il vincitore dell’anno precedente Tony Dallara. Una serie di difficoltà e di crisi sentimentali, mette in crisi il giovane cantante, che inspiegabilmente tenta il suicidio il 13 luglio 1963 sparandosi un colpo di pistola al cuore: “Ogni suicidio è diverso, e privato. È l’unico modo per scegliere: perché le cose cruciali della vita, l’amore e la morte, non si scelgono; tu non scegli di nascere, né di amare, né di morire. Il suicidio è l’unico, arrogante modo dato all’uomo per decidere di sé. Ma io sono la dimostrazione che neppure così si riesce a decidere davvero. Il proiettile bucò il cuore e si conficcò nel pericardio, dov’è tuttora incapsulato. Ero a casa da solo. Anna, allora mia moglie, era partita; ma aveva lasciato le chiavi a un amico, che poco dopo entrò a vedere come stavo”. Da quel giorno vive con il proiettile nel pericardio, secondo wikipedia.org. Come talent scout, Paoli scopre e lancia alcuni dei più grandi nomi della musica italiana: Lucio Dalla e Fabrizio De André. Nel periodo RCA, si occupa della traduzione e dell’adattamento italiano delle canzoni del cantautore francese Alain Barrière e di Aznavour (Devi sapere). Sua inoltre è la traduzione di Ne me quitte pas di Brel (Non andare via), successivamente tradurrà e interpreterà in italiano Avec le temps di Leo Ferrè (Col tempo).


FESTIVAL ITALIANO 2011

ROMANIA:AMBASCIATA PRESENTA FESTIVAL ITALIANO,TERZA EDIZIONE
(ANSA) - BUCAREST, 23 MAG - E' stato presentato oggi in una conferenza stampa all'Ambasciata d'Italia a Bucarest il Festival italiano 2011, giunto alla terza edizione, che cade quest'anno in concomitanza con il 150/mo anniversario dell'Unita' d'Italia. La kermesse, organizzata dall'Ambasciata d'Italia in cooperazione con l'Istituto italiano di cultura 'Vito Grasso' e l'Istituto per il commercio estero, proporra' durante il mese d

153