Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bucarest

RassegnaStampa2012

 

RassegnaStampa2012

 

Intervista rilasciata dall'Ambasciatore Cospito in occasione delle celebrazioni della Festa Nazionale di Romania

Intervista rilasciata dall'Ambasciatore Cospito in occasione delle celebrazioni della Festa Nazionale di Romania The Epoch Times 30/11/2012


Intervista all'Amb. Cospito su Il Sole 24 Ore: nell'agroalimentare le migliori chance
Articolo sole 24 oreIl Sole 24 Ore del 19/11/2012

Ambasadorul Italiei: UE nu va accepta interzicerea vânzării terenurilor către străini
Romania Libera 05/11/2012Romania Libera del 05/11/2012


Ambasadorul Italiei: Speram ca dupa alegeri va exista o majoritate clara
Interviu Interviu Ziare.com


Mandru ca sunt roman: Ambasadorul Italiei: E important ca puneti accent pe radacinile romane
Interviu Interviu Ziare.com


L'Italia a sostegno dell'agricoltura romena
(ANSA) BUCAREST - 30 OTT - A cominciare dal 31 ottobre, Bucarest ospitera' la fiera agro-alimentare Indagro che vedra' la partecipazione di numerosissime aziende italiane. La fiera e' stata anticipata dal seminario svoltosi i, presso l'Hotel Hilton di Bucarest, dal titolo ''Un agricoltura di qualita': un percorso comune dell'esperienza italiana e delle prospettive di sviluppo dalla Romania'', organizzato dal ministero dell'Agricoltura rumeno insieme all'ambasciata italiana a Bucarest. ''Ci abbiamo creduto - ha dichiarato l'ambasciatore italiano a Bucarest, Mario Cospito - perche' pensiamo che l'agricoltura e l'agro-industriale in Romania possano offrire importanti opportunita' al sistema industriale italiano. Il seminario di oggi e' dedicato agli operatori, che hanno risposto con grande entusiasmo alla nostra iniziativa.
Sono state ben 240 le adesioni. Senza contare l'importanza del profilo politico con la partecipazione del ministro dell'Agricoltura rumeni, nonché il presidente della Commissione per l'agricoltura della Camera, Paolo Russo. Abbiamo inoltre tutte le associazioni di categoria, compresa Confindustria. Quindi c'e' grande interesse e partecipazione, in un contesto in cui l'Italia svolge un ruolo fondamentale nell'economia della Romania. Sono convinto che nei prossimi anni, grazie anche ai fondi strutturali dell'Unione Europea, questo settore darà anche di piu' a questo Paese. Gia' oggi l'agricoltura rappresenta il 7% del Pil del Paese. Vedremo gli sviluppi dell'incontro, ma siamo molto soddisfatti per il calore manifestato dai partecipanti''. Russo ha rimarcato, dal canto suo, lo straordinario feeling che lega l'Italia e la Romania, forti partner commerciali di lunga data. ''Noi vorremmo che l'agricoltura svolga il ruolo di cerniera e renda ancor piu' forte il gia' stabile rapporto tra l'Italia e la Romania e lo puo' fare non scimmiottando le reciproche peculiarita', semmai alimentando le diversita' e aiutandosi reciprocamente per sviluppare le diverse opportunita'. Attraverso la nostra tecnologia, il nostro know-how, le nostre conoscenze, possiamo fare in modo che anche la Romania ottenga i nostri stessi risultati. Pure per dare una risposta alla mole cospicua di risorse e di finanziamenti che vengono dall'unione europea. E' utile che le imprese italiane vengano qui per migliorare il livello produttivo della Romania, rendendola ancora piu' competitiva''. Quale dunque il ruolo della politica in generale e della commissione parlamentare in particolare per rendere questa cooperazione vincente? ''Intanto, ringraziamo chi ha costruito questa opportunita' - ha aggiunto Russo -. Mi pare intelligente soprattutto il fatto che la fiera non sia legata alla filiera agricola in senso stretto ma alla filiera agro-alimentare, quindi anche industriale. La commissione parlamentare ha il dovere di alimentare quel sentimento di tracciabilita' che noi vogliamo per ogni prodotto ed in ogni Paese per fare in modo che le eccellenze possano misurarsi sui mercati internazionali e vincere''.

Schengen: Boniver a Bucarest. "Lavoriamo per ingresso Romania". Colloqui con Presidente Basescu e Premier Ponta
(ANSA) - BUCAREST, 10 OTT - La Commissione Parlamentare Schengen, guidata da Margherita Boniver e dal suo vice, Ivano Strizzolo, è a Bucarest per discutere con le massime autorità romene delle problematiche relative all'entrata del Paese balcanico nell'Area Schengen.
I componenti della Commissione hanno incontrato tra gli altri il presidente della Repubblica, Traian Basescu, ed il primo ministro, Victor Ponta, ai quali hanno ribadito la ferma volontà dell'Italia di appoggiare l'ingresso della Romania nello spazio Schengen:
"E' noto - ha detto all'Ansa Boniver - che l'Italia ha sempre espresso un parere favorevole e di pieno sostegno all'entrata della Romania nello spazio Schengen e questo è un parere che abbiamo potuto esprimere anche qui oggi, non soltanto a nome della Commissione ma anche di tutte le forze politiche italiane".
Sulla possibilità che la crisi politica di quest'estate, sfociata nel referendum, fallito, per la destituzione di Basescu, abbia in qualche modo rallentato il processo di integrazione della Romania in Schengen, Boniver è stata categorica: "Anche se probabilmente qualcuno può aver usato per fini politici questo problema, non ritengo che la crisi interna abbia avuto dei risvolti negativi in relazione a Schengen. La crisi è stata ampiamente superata e la Romania ha dato prova di poter essere pienamente rispettosa dei dettami costituzionali".
"Gli ostacoli che hanno impedito a Romania e Bulgaria di entrare a far parte dell'area Schengen - ha ancora detto l'on Boniver - stanno via via scomparendo ed è con questo auspicio che noi lavoriamo affinché questo ingresso avvenga nel più breve tempo possibile. Anche perché le personalità che abbiamo incontrato ci hanno tutte garantito di lavorare per poter eliminare al più presto tutto gli ostacoli". Sui tempi dell'ingresso di Romania e Bulgaria in Schengen, Boniver non si sbilancia, anche se il vicepresidente Strizzolo si mostra più fiducioso: "Diciamo che è possibile che avvenga in primavera". Domattina, la Commissione incontrerà il ministro della Giustizia Mona Maria Pivniceru. (ANSA)


Mario Cospito, Ambasadorul Italiei la Bucureşti: „Ar fi trebuit să ne surprindă dacă Europa nu ar fi intervenit în criza din România
Mario Cospito ADEVARUL DEL 4/10/2012


03/10/2012 - "Pollicino" alla Cena di Beneficenza in Ambasciata
Cena Pollicino Articolo su Il Gazzettino del 03/10/2012


04/06/2012 - Mario Cospito: „Dovete riporre la speranza nei giovani”
Le relazioni tra Italia e Romania potrebbero essere descritte sotto molte sfaccettature, a partire, inevitabilmente, dalla comune origine latina dei due Popoli.
Dopo circa quattro anni di mandato S.E. Mario Cospito, l’Ambasciatore d’Italia a Bucarest, ci parla della cultura, delle relazioni diplomatico-strategiche, dell’amicizia vera e dell’ottimismo, in un’intervista con Stela Nadoleanu.

Intervista all'Amb. Cospito sulla rivista Bewhere di Giugno 2012 Rivista Bewhere di Giugno 2012 (ITA) (RO)



Articolo La Nazione 4 giugno 2012LA NAZIONE del 04/06/2012




INTERVISTA ALL'AMB. COSPITO SU RADIO ROMANIA INTERNATIONAL
Bucarest, 01/06/2012
Eccellenza relazioni, solidarietà per tragedia terremoti
(di Iuliana Anghel) L’eccellenza delle relazioni tra Bucarest e Roma a tutti i livelli – politico, economico, sociale e culturale – è stata ribadita anche quest’anno dalle autorità romene e italiane, in occasione della Festa della Repubblica, segnata, purtroppo dalla tragedia dei terremoti che hanno colpito la Penisola. Presente al ricevimento offerto dall’ambasciatore d’Italia a Bucarest, Mario Cospito, il premier romeno Victor Ponta ha dichiarato a Radio Romania Internazionale che tutte le difficoltà vanno superate insieme, e ha trasmesso un messaggio di solidarietà. I romeni sentono sempre l’Italia come la sorella maggiore, ha detto a Radio Romania Internazionale anche il ministro degli esteri romeno Andrei Marga. Per i servizi in romeno e italiano clicca qui.


INTERVISTA ALL'AMB. COSPITO NEL CORSO DELLA TRASMISSIONE BUSINESS ON AIR DI RADIO FRANCE INTERNATIONALE ROMANIA
Bucarest, 31/05/2012
Cu caldă amiciţie, din patria fondatorilor primelor instituţii ale mediului de afaceri
Ediţie de colecţie a Business ON AIR, ce îl are ca invitat, în chiar ziua în care sărbătorim, la Bucureşti, aniversarea Republicii Italiene, pe Ambasadorul Mario Cospito, un adevărat prieten al României şi, generic, al ideii europene, aşa cum s-a străduit să o construiască generaţia sa, generaţia liderilor europeni reuniţi, chiar şi la ora emisiuni, în întâlniri generatoare de soluţii.
Mario Cospito http://youtu.be/9y6JDcxJwXY

Italia, aflată, în ciuda unor percepţii de oglinzi deformate, între primele zece state industrializate ale lumii, cu un sistem bancar extrem de stabil şi cu o economie, în corecţii continue, sub "bagheta" unui premier, dl Mario Monti, care acţionează, alături de omologii şi colegii europeni, în nucleul dur al Europei, are puterea de a rezista în Eurozona şi de a diminua efectele contagiunii venite dinspre situaţia Greciei, sau chiar a Portugaliei, iată mesajul de forţă, optimist-realist venit din partea Excelenţei Sale.
Cu peste 6,5 milioane de firme active în ţară, practic una la 9 locuitori, Italia, patria fondatoare a conceptului de societate cu răspundere limitată şi a primei bănci, în anii 1300, la Siena, într-o organizare administrativă cu totul înaintea timpurilor, mesajul celui mai înalt reprezentant diplomatic italian la Bucureşti este unul centrat pe întoarcerea la valorile europene, de wellfare ştate, combinate cu bună guvernanţă şi cu măsurile de corecţie a cheltuielilor şi datoriilor statelor.
Şi, nu în ultimul rând, un mesaj venit de la un om obişnuit să nu abdice în faţa greutăţilor de orice tip, conform căruia ciclitatea crizelor, aduce şi o ciclicitate a periodelor de renaştere şi de reconstrucţie -- şi nu trebuie să mergem mai departe de imnurile naţionale ale României şi Italiei, pentru a vedea aceasta.



ROMANIA, IL MADE IN ITALY 'INVADE' I SUPERMARKET
22 MAG 2012 h. 15:57
(AGI) - Bucarest, 22 mag. - E' festa tricolore nei supermercati della Romania dove, fino al 30 maggio, saranno in vendita a prezzi speciali centinaia di prodotti italiani, nell'ambito di una campagna di promozione lanciata dall'ambasciata italiana a Bucarest. L'iniziativa, inaugurata dall'ambasciatore Mario Cospito, coinvolge 26 punti vendita della catena "Metro Cash and Carry Romania" in 24 diverse citta', e prevede la vendita di oltre 700 articoli tipicamente "made in Italy", tra cui formaggi, salumi, vino, pasta, pesce e frutta. La campagna, che si inserisce nell'ambito del Festival Italiano in corso in Romania, e' realizzata in collaborazione con l'ufficio ex Ice locale. L'evento rientra nell'ambito di una piu' vasta strategia promossa dalla nostra sede diplomatica per sostenere il settore agroalimentare italiano in Romania dove, secondo i dati Istat, l'export tricolore nel comparto e' aumentato nel 2011 di circa il 9%.


ROMANIA, NASCE CENTRO ITALIANO PER RECUPERO MINORI
17 MAG 2012 h.20:05
(AGI) - Bucarest, 17 mag. - Salvare dalla strada i giovani a rischio per avviarli verso un percorso di inserimento sociale e lavorativo: e' la missione della Cooperazione italiana in Romania, che ha inaugurato un centro di recupero per minori a Panciu, nella regione sudorientale di Vrancea. Il 'Centro Pinocchio', realizzato in collaborazione con la Ong Comi e con l'organizzazione locale Rom Pentru Rom, garantira' sostegno a oltre 30 bambini della citta', abitata per l'8% da cittadini di etnia rom, e dove risiedono circa 200 bambini svantaggiati. Il progetto, finanziato dall'Italia con un contributo di circa 350mila euro, ha permesso di ristrutturare il centro e formare una squadra di operatori locali che si occupera' delle gestione della struttura. Al termine di questa prima fase, che si concludera' ufficialmente il 31 maggio, le redini del progetto passeranno nelle mani di Rom Petru Rom, che avra' il compito di avviare i rapporti con le aziende locali e promuovere le attivita' di volontariato tra i cittadini di Panciu. "Con questo intervento si conclude l'epoca della cooperazione allo sviluppo tradizionale del nostro Paese in Romania", affermano dall'ambasciata italiana, dove sottolineano che, con il progetto, non terminera' l'attenzione dell'Italia per la comunita' di Panciu.

Monitorul de Vrancea del 15 Maggio 2012 MONITORUL DE VRANCEA del 15/05/2012

Monitorul de Vrancea del 4 maggio 2012 MONITORUL DE VRANCEA DEL 04/05/2012



Italian Ambassador in Romania: The ongoing challenge for Romania is two-fold
08/05/2012 (dal sito THE DIPLOMAT: http://www.thediplomat.ro/articol.php?id=3317
)

Mario Cospito
After the economic turmoil of 2008-2009, many of the political choices made by the both countries’ Governments followed the pattern of the common European response to the crisis, according to a statement of the Italian Ambassador in Romania, Mario Cospito (photo), for The Diplomat-Bucharest. “The challenge for Romania is two-fold. On a domestic ground, I believe that Romania’s main priority will be to carry on with the reform agenda agreed with the international financial institutions. But Romania will have to implement this program with an eye to the future: only by engaging in a new set of EU measures that give priority to economic growth and job creation, we will be able to overcome the economic crisis and build opportunities, “ the Ambassador stated. Currently, according to official data, Italy is the first investor country in Romania by number of registered companies (almost 31.000) and by number of employees, amounting to 800.000.According to data of Italian Institute for Foreign Trade, over the past three years FDI in Romania, generally speaking, dropped due to the economic crisis and the lack of liquidity. In particular, in 2011, the value of FDI was EUR 1.917 billion, showing a decrease of 13,6 percent compared to 2010. With regard to Italian investment in Romania its stock value was of EUR 1,385 billion at the end of 2011.


AGENPARL, giovedì 3 maggio 2012, 12.31.09
ITALIA - ROMANIA: AMB . COSPITO, RAPPORTI STRETTI E DURATURI
(AGENPARL) - Roma, 03 mag - Tra Italia e Romania c'è un legame culturale antico, oltre a relazioni economiche molto forti . Lo ha spiegato l' Ambasciatore italiano a Bucarest Mario Cospito alla televisione satellitare romena DIGI24 nel corso di un' intervista per il programma "Pasaport Diplomatic", che si propone di valorizzare
l'attività della comunità diplomatica in Romania e migliorare la comprensione del ruolo della diplomazia nella vita quotidiana dei cittadini . La puntata dedicata al ruolo dell' Ambasciata d' Italia in Romania è stata strutturata in tre momenti, due dei quali girati presso la Residenza. Il primo segmento del programma, introdotto da una panoramica delle bellezze del nostro Paese, è costituito da un' intervista all' Ambasciatore focalizzata sui rapporti tra Italia e Romania, sotto il profilo sia bilaterale che comunitario e con particolare riguardo agli aspetti economici e di collaborazione commerciale . La seconda parte, girata nella via dello shopping di lusso di Bucarest, è stata dedicata alla visita a due tra le più rappresentative
aziende del Sistema Italia: la Cioccogelateria Venchi, che ha aperto a Bucarest la prima filiale estera, e il concept store di Ferrari Forza Rossa . Infine, la terza parte della puntata è stata dedicata all' eccellenza del patrimonio culturale italiano: l' ampia intervista a Octav Boicescu, Capo Dipartimento di Arte Europea presso il Museo Nazionale di Arte Romeno, introduce la conversazione in lingua italiana tra l' Ambasciatore Cospito e la soprano romena di consolidata fama internazional e Mariana Nicolesco . Lo comunica la Farnesina sul suo sito web .

21/04/2012 INTERVISTA DELL'AMBASCIATORE COSPITO ALLA TRASMISSIONE PASAPORT DIPLOMATIC DI DIGI24

Intervista Ambasciatore Cospito DIGI24HD


20/02/2012 FOTOGRAFIA: MOSTRA GABY LOISY A ISTITUTO CULTURA BUCAREST
(ANSA) - BUCAREST, 20 FEB - Appuntamento culturale Made in Italy a Bucarest in occasione della mostra fotografica "Strada Bucur", inaugurata questa sera all'Istituto italiano di cultura, in collaborazione con l'Ambasciata d'Italia in Romania e la Fondazione Parada. Le foto della mostra sono state scattate da un giovane fotografo francese di grande telento, Gaby Loisy. L'artista non ha voluto rappresentare la miseria ed il dramma della strada, bensì la vita e la voglia di vivere che resistono anche nelle peggiori condizioni. La cerimonia di inaugurazione e' stata seguita da un cocktail offerto dall'Istituto di Cultura e da piccole performances artistiche dei giovani beneficiari della Fondazione Parada. (ANSA)

03/02/2012 Investire in Romania, l'Italia si propone a Bucarest
(AGI) - Bucarest, 3 feb. - La Romania come fulcro per lo sviluppo economico e sociale dell'area danubiana: muove da questa prospettiva il 'Convegno sulla strategia del Danubio', appuntamento organizzato da Confindustria Romania e dalla Camera di Commercio italiana nel Paese est europeo che il prossimo 8 febbraio, a Bucarest, riunira' rappresentanti istituzionali e del mondo imprenditoriale dei due Paesi per discutere le opportunita' d'investimento in Romania. Patrocinato dall'ambasciata italiana, il convegno punta a individuare progetti di sviluppo della Romania in settori come i trasporti, l'energia, la tutela ambientale e il turismo, tutti pilastri della "Strategia Ue per la regione del Danubio". Il documento, approvato lo scorso giugno dalla Commissione europea, incoraggia i partenariati fra autorita' locali e regionali e fra il settore privato e quello non governativo, per la creazione di progetti di sviluppo della regione del Danubio finanziati attraverso i fondi Ue. Al convegno, sostenuto dal ministero degli Esteri di Bucarest, parteciperanno fra gli altri l'ambasciatore italiano, Mario Cospito, il sottosegretario agli Esteri rumeno, Bogdan Aurescu, il deputato e presidente di Fareitalia, Adolfo Urso, e il presidente di Confindustria Romania, Luca Serena.

27/01/2012 Romania-Italia: Ministro Esteri di Bucarest ad Ambasciatore Cospito, rapporti bilaterali “eccellenti”
Bucarest, 27 gen 16:55 - (Agenzia Nova) - Il nuovo ministro degli Esteri romeno, Cristian Diaconescu, ha incontrato oggi l’ambasciatore italiano a Bucarest, Mario Cospito. Nel colloquio i due diplomatici hanno confermato l'eccellente stato dei rapporti bilaterali. Lo rende noto un comunicato del ministero degli Esteri romeno. Diaconescu e Cospito hanno posto l’accento sull'evoluzione positiva degli scambi commerciali fra i due stati e degli investimenti italiani in Romania che nel 2011 hanno raggiunto quota 13 miliardi di euro. Durante l'incontro si è parlato anche del contributo della folta comunità romena in Italia ai rapporti bilaterali. In questo senso il capo della diplomazia romena ha espresso l'apprezzamento per la decisione del governo di Roma di eliminare le restrizioni al mercato del lavoro per i cittadini romeni a partire dal primo gennaio di quest'anno e riconoscere ufficialmente la Chiesa ortodossa romena. Le due parti hanno infine concordato di rafforzare il dialogo politico in tutti i settori in cui hanno un approccio comune a livello europeo.

Incontro Diaconescu Cospito

190