Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bucarest

FestivalItaliano2012_messAMB

 

FestivalItaliano2012_messAMB

Con i miei più calorosi saluti
L'Ambasciatore d’Italia a Bucarest
Mario Cospito

Amb. Cospito

Cari Amici,

Lo scorso anno abbiamo ricordato il 150mo anniversario dell’Unità d’Italia. In Italia e nel mondo l’inno di Mameli è risuonato tantissime volte, il Tricolore è diventato un vessillo consueto in molti Paesi ed i grandi Personaggi del nostro Risorgimento sono stati ricordati con convegni, saggi e cerimonie. Anche in Romania abbiamo festeggiato e le visite ad altissimo livello succedutesi durante l’anno hanno reso ancora più forte un legame di amicizia e radici comuni che affonda le sue radici in secoli di storia.

Ed è a questi legami che vogliamo dedicare anche la quarta edizione del Festival Italiano che, come ormai tradizione, si svolgerà a cavallo della Festa della Repubblica Italiana, un anniversario che ha mantenuto intatto il suo significato di rinnovamento sociale e civile di un Paese che usciva dalla Guerra e che voleva ritrovare i suoi valori democratici e di sviluppo economico. Ideali e valori che, ne sono convinto, ci consentiranno anche di superare l’attuale, difficile congiuntura economica che sta mettendo a dura prova i principi fondanti del sistema di assistenza e solidarietà sociali che hanno permesso a due generazioni di italiani di progredire in un contesto di benessere e di democrazia.

Il calendario proposto dal Festival Italiano 2012 è ampio e variegato. Abbiamo voluto in particolare riproporre alcune tradizionali iniziative di promozione commerciale, con il prezioso apporto dell’ufficio locale dell’Agenzia per l’Internazionalizzazione (ex-ICE), senza trascurare gli eventi culturali, proposti in collaborazione con l’Istituto di cultura ed alcune autorevoli istituzioni romene. Infine, un doveroso cenno all’encomiabile sforzo di assistenza sociale profuso in Romania dalle nostre numerose ONG ed Associazioni cattoliche. A tale sforzo abbiamo dedicato un libro che sarà presentato durante il Festival Italiano 2012.

Nel ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione degli eventi qui presentati, con particolare riferimento agli sponsor che hanno voluto essere ancora una volta attivi partecipanti, mi auguro che il programma del Festival incontri il gradimento del pubblico romeno ed italiano.


158