Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bucarest

Dichiarazione_valore

 

Dichiarazione_valore

Prenota OnLinePrenota OnLine

N.B. E' possibile effettuare la prenotazione di un appuntamento esclusivamente per una data compresa nelle successive due settimane. Ad esempio collegandosi al sistema il giorno 1 del mese e' possibile prenotarsi scegliendo una data compresa tra il giorno 2 ed il giorno 15 del mese in corso.

Manuale Prenota Online
ITALIANO    ROMENO




DICHIARAZIONE DI VALORE

La “Dichiarazione di Valore” è un documento scritto in lingua italiana che indica il valore di un titolo di studio conseguito da una determinata persona in un sistema di istruzione diverso da quello italiano. E’ un atto di natura esclusivamente informativa e quindi non conferisce di per sé alcuna forma di riconoscimento scolastico, accademico o professionale, che spetta esclusivamente alle competenti autorità italiane in Italia. La dichiarazione di valore viene rilasciata per i soli titoli di studio finali ai fini del proseguimento degli studi in istituti scolastici italiani, per l’iscrizione a corsi universitari e post-universitari in Italia e per avviare in Italia la procedura di equipollenza del titolo di studio conseguito in Romania.

La Cancelleria Consolare di Bucarest (dv.bucarest@esteri.it) rilascia le "Dichiarazioni di valore" per i titoli di studio conseguiti in Romania.


Documentazione necessaria per richiedere la “Dichiarazione di valore”
A)
Modello di richiesta di “Dichiarazione di Valore”, che puo' essere scaricato cliccando qui.

B) Titolo di studio in originale. I titoli di studio dovranno essere completati dalla pagella scolastica per quanto riguarda la scuola dell’obbligo e l’istruzione secondaria nonché con il supplemento al diploma per l’istruzione universitaria.

C) Attestato di conferma “Adeverinta de autenticitate” dell’Istituto Scolastico o Universitario che ha rilasciato il titolo di studio, completo di timbro, firma e data di emissione. Tale documento deve comprovare l’effettivo raggiungimento del titolo di studio, la durata, la tipologia (istruzione elementare, media di primo o secondo grado, professionale, universitaria, post-universitaria), il tipo di corso (se ordinario, diurno, serale, senza obbligo di frequenza, a distanza), la votazione riportata agli esami finali e il metodo di votazione adottato. Infine, deve essere specificato se l’istituto che ha rilasciato il titolo di studio è pubblico o privato e, in quest’ultimo caso, deve indicare la legge di accreditamento.

D) nel caso in cui siano intervenute modifiche nel nome o cognome, presentare fotocopia degli atti di stato civile (nascita, matrimonio, divorzio) da cui si evince il cambio del nome e del cognome.

E) fotocopia del documento di riconoscimento dell’interessato, in corso di validità.


Come va presentata la documentazione
1) Modulo di richiesta della dichiarazione di valore (di cui alla lettera A)  compilato e firmato dal titolare del titolo di studio (NON dal suo delegato), accompagnato da una fotocopia di un documento di riconoscimento valido dell’interessato (per i cittadini residenti in Italia è preferibile la fotocopia della carta d’identità italiana).

2) I titoli di studio completati dalla pagella scolastica (di cui alla lettera B) relativi alla scuola dell’obbligo, agli studi professionali, al diploma di maturità, dovranno essere vistati dall’Ispettorato Scolastico Territoriale e poi legalizzati con l’apposizione dell’Apostille (Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961) da parte della Prefettura competente per il luogo del rilascio del titolo di studio.

I titoli universitari completati dal supplemento al diploma (di cui alla lettera B) dovranno essere vistati dal Ministero dell'Educazione Nazionale – C.N.R.E.D. (Centrul National de Recunoastere si Echivalare a Diplomelor) e poi legalizzati con l’apposizione dell’Apostille (Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961) da parte della Prefettura Romena competente.

3) Copia legalizzata di ogni titolo di studio originale completo di pagella scolastica o supplemento al diploma (di cui alla lettera B) effettuata presso un Notaio Pubblico romeno, e poi legalizzata con l’Apostille (Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961) presso la Camera Notarile competente per territorio.

4) Traduzione legalizzata in lingua italiana di ogni titolo di studio originale completo di pagella scolastica o supplemento al diploma (di cui alla lettera B) effettuata da un traduttore ufficiale, la cui firma deve essere autenticata da un Notaio pubblico romeno, e poi legalizzata con Apostille (Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961) presso la Camera Notarile competente per territorio.

5) Attestato di conferma “Adeverinta de autenticitate” in originale da parte dell’Istituto Scolastico o Universitario che ha rilasciato il titolo di studio, completo di timbro, firma e data di emissione. Tale documento deve comprovare l’effettivo raggiungimento del titolo di studio, la durata degli studi, la tipologia (istruzione elementare, media di primo o di secondo grado, professionale, universitaria, post-universitaria), il tipo di corso (se ordinario, diurno, serale, senza obbligo di frequenza, a distanza), la votazione riportata agli esami finali e il metodo di votazione adottato. Infine, deve essere specificato se l’istituto che ha rilasciato il titolo di studio è pubblico o privato e, in quest’ultimo caso, si deve indicare la legge di accreditamento.

6) Nel caso siano intervenute modifiche nel nome/cognome del titolare del titolo di studio, presentare la fotocopia di atti di stato civile (nascita, matrimonio, divorzio) da cui si evince il cambio del nome e del cognome.

7) I cittadini residenti in Italia possono autenticare i documenti, di cui al punto 3), presso le competenti autorità italiane (Legge n. 15/1968 e DPR n. 445/2000) e richiedere le traduzioni, di cui al punto 4), a traduttori ufficiali giurati presso i tribunali italiani.

8) La documentazione necessaria per l’ottenimento della “Dichiarazione di valore” deve essere presentata personalmente dall’interessato o tramite una persona di fiducia, munito di delega dal richiedente. La delega/procura può essere fatta:

- Per i cittadini residenti in Italia la delega su un foglio in carta semplice, in lingua italiana, a cui va allegata la fotocopia di un documento d’identità valido e preferibilmente la fotocopia della carta d’identità italiana;

- Per i cittadini residenti in Romania la procura presso un Notaio Pubblico romeno, legalizzata con Apostille (Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961) della Camera Notarile competente.

Inoltre, la delega/procura può essere fatta:

- presso i Comuni italiani di residenza

- presso le rappresentanze diplomatico – consolari della Romania in Italia, o in altri Paesi, purché la procura rechi, la firma in calce, dell’interessato.

Il costo attuale della dichiarazione di valore è di 41 EURO.
Tale somma va corrisposta nel controvalore in RON (LEI nuovi) al momento della presentazione dell’istanza.

N.B. Bisogna fare una copia in carta semplice di tutta la documentazione, che insieme agli originali, alle copie legalizzate ed alle traduzioni in lingua italiana devono essere raccolti in una custodia (dosar plic) sulla quale devono essere riportati i dati anagrafici dell’interessato, e presentarla in questo modo alla Cancelleria Consolare.


Modalità di rilascio della Dichiarazione di valore
L’interessato, dopo essersi programmato seguendo la procedura denominata “Prenota Online” (clicca qui per la prenotazione), viene ricevuto dall’Ufficio dove un addetto riceve la documentazione che viene esaminata in primis con l’interessato/a e successivamente con il Responsabile dell’Ufficio, il quale valutati gli atti, stabilisce d’accordo con l’utente il giorno del ritiro del documento finale. La ”Dichiarazione di Valore” viene generalmente emessa entro cinque giorni lavorativi.


120