Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bucarest

Matrimonio

 

Matrimonio

* art.6, comma 1, della Convenzione dell’Aja del 12/06/1902: “...sarà riconosciuto dovunque come valido, quanto alla forma, il matrimonio celebrato davanti a un agente diplomatico o consolare, in conformità alla sua legislazione, purchè nessuna delle parti contraenti appartenga allo stato dove il matrimonio fu contratto e purchè questo Stato non vi si opponga”


Per altre informazioni a carattere generale sul matrimonio clicca qui.

MATRIMONIO


Matrimonio davanti alle autorità civili romene
Occorre contattare l’amministrazione comunale romena dove si intende contrarre matrimonio per ottenere le informazioni relative agli adempimenti necessari per contrarre matrimonio davanti alle Autorità della Romania.
I comuni romeni non richiedono tutti la stessa documentazione.
Indicativamente, i Cittadini italiani, residenti in Italia o in Romania, che intendono contrarre matrimonio davanti alle Autorità della Romania, devono presentare alle Autorità romene la seguente documentazione:
1) Valido documento in corso di validità con fotografia (passaporto italiano, carta d’identità).
2) Estratto dai registri degli atti di nascita (completo dei nomi dei propri genitori), rilasciato dal Comune italiano, su modello multilingue previsto dalla Convenzione di Vienna dell’8 settembre 1976.
3) Nulla osta alla celebrazione del matrimonio rilasciato dalla Cancelleria consolare di Bucarest.

Per ottenere il “nulla osta”, l’interessato dovrà sottoscrivere il modello fornito dalla Cancelleria Consolare (clicca qui).
Si precisa infine che i cittadini, che intendono contrarre matrimonio davanti alle Autorità della Repubblica di Romania, non devono richiedere le “pubblicazioni matrimoniali” previste dall’art. 93 del Codice Civile italiano.


Trascrizione dell’atto di matrimonio contratto davanti alle Autorità romene
Il matrimonio contratto davanti alle Autorità romene deve essere trascritto presso il comune italiano di residenza o di iscrizione AIRE del connazionale. Per trascrivere tale certificato tramite la Cancelleria consolare di Bucarest, il connazionale deve presentare la seguente documentazione:
1) Istanza di registrazione su modello fornito dalla Cancelleria consolare (clicca qui)
2)Certificato di matrimonio in originale redatto su modello multilingue previsto dalla Convenzione di Vienna dell’8 settembre 1976.. L’invio al Comune italiano competente viene effettuato dalla Cancelleria consolare di Bucarest a mezzo posta elettronica certificata.


 


Matrimonio davanti alle autorità italiane

A) Pubblicazioni matrimoniali
Se il Connazionale residente in Romania e iscritto all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti Estero) intende contrarre matrimonio davanti alle Autorità italiane (Cancelleria consolare o il Comune Italiano) deve procedere, prima di contrarre matrimonio, alle pubblicazioni matrimoniali presso la Cancelleria consolare di Bucarest. Il Connazionale deve presentare la seguente documentazione:
a) Richiesta di pubblicazione su modello fornito dalla cancelleria consolare (clicca qui)
b) Autocertificazione su modello fornito dalla cancelleria consolare (clicca qui)

Inoltre il connazionale deve presentare la seguente documentazione relativa all’altro nubendo, se di cittadinanza diversa da quella italiana:
c) Certificato di nascita, su modello multilingue previsto dalla Convenzione di Vienna dell’8 settembre 1976..
d) Nulla osta al matrimonio rilasciato dalle Autorità del suo Paese, tradotto in lingua italiana da Traduttore Ufficiale la cui firma deve essere autenticata dal Notaio Pubblico. La firma di quest’ultimo deve essere apostillata presso la Camera Notarile.
e) Copia del documento di riconoscimento.

Le pubblicazioni matrimoniali si intendono eseguite quando restano affisse all’Albo Consolare on-line per otto giorni consecutivi ed hanno la validità di 180 giorni. Il matrimonio può essere celebrato decorsi almeno quattro giorni dalle avvenute pubblicazioni matrimoniali.

B) Matrimonio consolare
N.B. Per effetto dell'art. 6 della Convenzione dell'Aja del 12 giugno 1902*, ratificata con Legge n.523 del 7 settembre 1905, ancora vigente tra Italia e Romania, non e' consentito il matrimonio tra un cittadino italiano e un cittadino romeno presso l'Autorita' consolare italiana in Romania.
Effettuate le pubblicazioni matrimoniali, il Connazionale deve concordare l’ora e il giorno con il Capo della Cancelleria consolare per la celebrazione del matrimonio.
Se le pubblicazioni sono state effettuate presso la Cancelleria consolare di Bucarest non occorre altra documentazione. In caso contrario il Connazionale deve presentare la seguente documentazione:
- Autocertificazione su modello fornito dalla cancelleria consolare (clicca qui)

Inoltre il connazionale deve presentare la seguente documentazione relativa all’altro nubendo, se di cittadinanza diversa da quella italiana:
1) Certificato di nascita, su modello multilingue previsto dalla Convenzione di Vienna dell’8 settembre 1976.
2) Nulla osta al matrimonio rilasciato dalle Autorità del suo Paese, tradotto in lingua italiana da Traduttore Ufficiale la cui firma deve essere autenticata dal Notaio Pubblico. La firma di quest’ultimo deve essere apostillata presso la Camera Notarile.
3) Copia del documento di riconoscimento.
L’invio del certificato di matrimonio al Comune italiano competente per la trascrizione, viene effettuato d’Ufficio dalla Cancelleria consolare di Bucarest a mezzo posta elettronica certificata.

Il Connazionale anche se non residente in Romania, può chiedere al Capo della Cancelleria consolare di celebrare il matrimonio consolare fornendo adeguate motivazioni. In questo caso il Connazionale, dopo aver effettuato le pubblicazioni matrimoniali presso il Comune italiano o rappresentanza consolare competente per residenza, dovrà chiedere all’Ufficiale di stato civile che dovrebbe celebrare il matrimonio di delegare, ai sensi dell’art. 109 c.c, il Capo della cancelleria consolare alla celebrazione del matrimonio e di inviargli tutta la documentazione prevista.


C) Matrimonio da celebrare in Italia
Il connazionale residente nella circoscrizione consolare di Bucarest può chiedere al capo della Cancelleria consolare di contrarre matrimonio in Italia, indicandone i motivi. In questo caso la Cancelleria consolare di Bucarest, in base all’art. 109 c.c., delega la celebrazione del matrimonio all’Ufficiale di stato civile del Comune indicato dal Connazionale e gli trasmette tutta la documentazione prevista, compreso il certificato di eseguite pubblicazioni matrimoniali.











179